Stampa Articolo

SOMMARIO n. 25

Tunisia  Ph.Riccio

Tunisia (ph. L. Riccio)


EDITORIALE; Rosario Atria, Amore e potere, sogni e delusioni nella Tunisia di Bourghiba e Ben Ali;  Ada Boffa, Introduzione alla favola tuareg. Racconti e contesto; Marcello Carlotti, Dietro le culture? Interpretazione e antropologia: appunti semiotici; Roberto Cascio, Gamal Abd Al-Nasser: dalla rivoluzione egiziana al sogno infranto del panarabismo; Antonella Elisa Castronovo, Il Calatino: terra di braccianti e di migranti; Annamaria Clemente, L’eterno ritorno delle fotografie migranti; Benedetto Coccia-Franco Pittau, L’Unione Europea: situazione attuale e prospettive; Stefano Cortese, Enea o l’impossibile nostalgia; Antonino Cusumano, «Il museo non si visita». Il dialogo in forma di museo; Chiara Dallavalle, Dallo stereotipo alla discriminazione. Il caso dei rimpatri forzati di cittadini nigeriani; Alessandro D’Amato, Serafino Amabile Guastella, autore di testi musicali; Valeria Dell’Orzo, Rohingya. Storia di un popolo non voluto; Nino De Vita, I libbra; Piero Di Giorgi, Franco Ferrarotti. L’autunno del patriarca, un’autobiografia sotto forma di diario; Fabiola Di Maggio, All Colors of the World. L’antropologia della Terra nelle Bandiere Satellitari di Serradifalco; Lella Di Marco, L’ossessione occidentale del velo e il corpo della donna come prodotto sociale; Fabio Franzella,  Chiese e omofobia. Le veglie ecumeniche di Palermo; Mariano Fresta,La festa e il Patrimonio Culturale Immateriale; Concetta Garofalo, Interazioni e comunicazione interculturale. Il dialogo possibile; Marta Gentilucci, Il Risorgimento, Sciascia e il cannocchiale rovesciato; Nino Giaramidaro, «La casa del nespolo non c’è più, ‘Ntoni è partito e la barca è affondata». Dialogo con Savatteri; Lorenzo Greco,Tabucchi da Fellini a Pessoa; Sasha Grishin, Appunti sull’arte aborigena australiana; Dario Inglese, Culture, identità, campi globali nell’Antropologia contemporanea di Vincenzo Matera; Giovanni Isgrò, Sacre rappresentazioni nella Pasqua in Sicilia; Rosario Lentini, Come distruggere manoscritti e libri senza ricorrere alle fiamme; Luigi Lombardo, L’etnografia in età fascista. Le Mostre d’arte popolare del 1936 a Siracusa e Catania; Maria Immacolata Macioti, Un viaggio nei Balcani: la scoperta di un Mediterraneo ritrovato; Emiliano Marra, La lingua dell’ucronia italiana di ambientazione fascista: alcune note; Francesca Martines, Il Mediterraneo. Segni e frammenti dell’araba Palermo; Stefano Montes,  Aki Kaurismäki e i linguaggi della migrazione; Olimpia Niglio, Patrimonio culturale e conflitti armati. La Dichiarazione di Abu Dhabi; Antonio Pane, Signorina Rosina: un libro di frontiera; Sara Raimondi, Gli spazi cimiteriali per i vivi: dalla patrimonializzazione alla esorcizzazione; Ninni Ravazza, Un mare di uomini e navi; Lisa Riccio, Un tweet non fa primavera. Il ruolo dei social network nella rivoluzione tunisina; Mario Sarica, Teocrito, poeta ed “etnografo” della Sicilia pastorale antica; Flavia Schiavo, C’è un altro cielo. Parchi e Giardini a New York; Chiara Sebastiani, Il razzismo degli altri: Arabi e Neri nella nuova Tunisia; Giuseppe Sorce, Ripensando locale e globale: la retorica dello storytelling e la cospirologia; Maria Soresina, Scritture in lingua madre. L’occitano, una lingua mediterranea proibita; Sergio Todesco, Serpi, scorzoni, tarante. Mitologie di San Paolo da Malta al Salento (passando per la Sicilia); Marcello Vigli, Il Papa ha quattro anni; Francesco Virga, Leonardo Sciascia e l’ottimismo della scrittura.

Dialoghi Mediterranei, n.25, maggio 2017
Print Friendly and PDF
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>