- Dialoghi Mediterranei - http://www.istitutoeuroarabo.it/DM -

Tokyo, una città da decifrare

Posted By Comitato di Redazione On 1 maggio 2021 @ 00:05 In Immagini,Società | No Comments

1_dscf3434

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

immagini

di Simona Ottolenghi

Quando ho visto, appena uscito, il film Lost in Translation di Sophia Coppola, non ero ancora mai stata in Giappone. Nonostante avessi già viaggiato molto in Oriente, da subito sono empaticamente entrata nel “mood” del protagonista, perso nel linguaggio di una cultura che non gli apparteneva, una cultura che difficilmente, al primo impatto, si capisce e mette a proprio agio.

Il film mi è piaciuto tantissimo, e ho spesso pensato alle emozioni che mi ha lasciato nei miei successivi svariati viaggi a Tokyo.

1_dscf9670

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

2_dscf1586

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

2_dscf2926

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

L’impatto con la città è esplosivo: masse di gente che camminano in un disordine ordinatissimo in tutte le direzioni, uomini d’affari – come in divisa – con abito nero, camicia bianca e borsa 24 ore, e se piove gli ombrelli sono anch’essi tutti uguali, trasparenti, perfetti per i miei scatti fotografici, giovani universitari che creano un arcobaleno di colori con capelli fosforescenti, spesso vestiti da cartoni animati o le ragazze con abiti rosa da cameriere sexy, nell’unico periodo della loro vita sono liberi di uscire dagli schemi.

4_dscf3442

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

5_dscf1443

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

9_dscf9926

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

Tutto segue regole rigidissime. Questa almeno è la mia impressione, l’idea che mi sono fatta osservando, scattando e rivedendo ciò che avevo scattato, cercando di comunicare. Comunicare. È proprio questo il punto.

Ho percepito una fortissima solitudine, una solitudine che porta ad un senso di inadeguatezza mista al rispetto delle regole.

11_dscf8412

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

6_dscf0878

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

12_dscf9543

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

Ogni momento della vita di un giapponese è scandito da Regole. Fin da quando sono piccolissimi. E uscire da questo sistema è difficilissimo. Spesso, troppo spesso, ci si arriva solo con il suicidio. L’atto finale.

Nel camminare per le vie di Tokyo tutto questo è percepibile. È percepibile nell’insolito e inaspettato silenzio delle strade super affollate. È palese nel vedere che camminano tutti da soli.

7_dscf1623

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

17_dscf8189

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

E anche chi non è solo, di fatto lo è nel profondo. Vedo gli sguardi che vanno oltre, sommersi forse da mille pensieri o forse dal nulla. È vietato dire di no. O “non lo so”.

7_dscf3456

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

Mi è capitato per esempio di chiedere indicazioni sulla strada che cercavo, qualcuno scappava vedendomi avvicinare con la mappa, altri, palesemente in imbarazzo, si sono inventati l’impossibile pur di darmi delle risposte.

Qualcuno ha chiamato a casa, qualcun altro mi ha accompagnato perdendosi lui stesso assieme a me. Ma nessuno mi ha mai detto “scusami non lo so. Non posso aiutarti”.

16_dscf8192

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

13_dscf9887

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

Emblematica è anche la metropolitana. Le file per salire sui treni sono rigorose e ordinatissime. Nelle ore di punta, all’interno, a mala pena si riesce a respirare per quanto è alta è la  densità di gente.

9_dscf2513

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

14_dscf9783

Tokyo (ph. Simona Ottolenghi)

Ma anche qui c’è un silenzio assoluto, anomalo. Ognuno è prigioniero di se stesso nel  lungo percorso che collega la famiglia al lavoro, o viceversa. Un percorso in cui devono fare i conti con loro stessi, e le loro coscienze.

Tutto questo, le mie sensazioni ed emozioni vissute tra la gente di Tokyo, le ho volute tradurre in immagini fotografiche, scatti che ritraggono frammenti di un mondo affascinante ma per me ancora difficile da decifrare.

Dialoghi Mediterranei, n. 49, maggio 2021
___________________________________________________________________________
Simona Ottolenghi, architetto, fotografo ed accompagnatore turistico abilitato. Il viaggio è sempre stato parte della sua vita. La curiosità, lo spirito di osservazione, e l’approccio etico l’hanno accompagnata nei più svariati Paesi, sempre, con l’immancabile macchina fotografica. Nel 2013 crea viaggiofotografico.it col suo compagno Roberto Gabriele, e da allora accompagna piccoli gruppi di appassionati fotografi nei quattro angoli del mondo, insegnando fotografia direttamente sul campo.

______________________________________________________________

Print Friendly and PDF

Article printed from Dialoghi Mediterranei: http://www.istitutoeuroarabo.it/DM

URL to article: http://www.istitutoeuroarabo.it/DM/tokyo-una-citta-da-decifrare/

Copyright © 2013-2020 Dialoghi Mediterranei. All rights reserved.